Cig in deroga

 

La CIG in deroga è un intervento di integrazione salariale a sostegno di imprese o lavoratori non destinatari della normativa sulla cassa integrazione guadagni (circ. n. 75 del 26 maggio 2009). Essa è rivolta alle aziendeche operino in determinati settori produttivi o specifiche aree regionali, individuate negli accordi governativi e a tutti i lavoratori subordinati compresi i lavoranti a domicilio (msg n. 001908 del 20/1/2010), apprendisti e lavoratori con contratto di somministrazione:

  • Dopo aver esaurito gli interventi ordinari (indennità di disoccupazione per i lavoratori sospesi) previsti in caso di sospensione del rapporto di lavoro e in presenza di intervento integrativo degli Enti Bilaterali.
  • Per accesso diretto ai trattamenti in deroga, laddove non vi sia intervento integrativo degli Enti Bilaterali.

REQUISITI NECESSARI:Anzianità lavorativa aziendale di almeno 90 giorni alla data della richiesta della CIG in deroga. Per il calcolo dell'anzianità sono altresì comprese eventuali mensilità accreditate dalla medesima impresa presso la gestione separata a condizione che: non si tratti di redditi derivanti da arti e professioni, il lavoratore operi in regime di monocommittenza, il reddito conseguito sia superiore a € 5.000, anche se relativo a più di un anno solare, purché sia conseguito nelle mensilità computabili per l’anzianità aziendale, aver reso dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro o ad un percorso di riqualificazione professionale. In caso di rifiuto il lavoratore perde il diritto a qualsiasi prestazione. Il datore di lavoro deve raccogliere e conservare i modelli DID di dichiarazione di immediata disponibilità (cod. SR105) compilati dai lavoratori.

DURATA: la durata è fissata dai singoli accordi territoriali.

RICHIESTA CIG: La richiesta deve essere presentata all’ Ente  che autorizza i trattamenti di integrazione salariale in deroga (Regione o DRL) e per via telematica all’Inps (ove non previsto diversamente dagli accordi regionali), corredata dal verbale di accordo sindacale e dall’ elenco dei lavoratori interessati.Entro 20 GIORNI dalla data di inizio della sospensione o riduzione dell'orario di lavoro.

I LAVORATORI A DOMICILIO: Tali lavoratori dovranno necessariamente avere il requisito dei 90 giorni di anzianità lavorativa presso la ditta che li pone in CIG in deroga.Data la particolare natura del contratto, per tali lavoratori non è prevista una retribuzione oraria. Per determinare la retribuzione oraria giornaliera, da prendere a base per il calcolo dell'indennità, si dovrà, quindi, fare riferimento al mese precedente l’inizio della CIG in deroga, e procedere come di seguito: calcolare la retribuzione lorda complessivaspettante nel mese precedente l’inizio della cig, comprensiva delle maggiorazioni per ferie,festività ecc, escluse la quota del TFR e il rateo di tredicesima. La retribuzione lorda complessiva è data dalla somma delle retribuzioni delle lavorazioni riconsegnate nel mese di riferimento. La 13^, ricompresa nella retribuzione mensile utile per stabilire il massimale di riferimento, verrà liquidata soltanto se sussiste capienza entro il limite del massimale; Contare il numero delle giornate complessive di lavorazione comprese nel mese considerato (escluse le domeniche) intercorrenti tra la data di consegna del lavoro e quella della sua riconsegna. Se nel mese sono state riconsegnate più lavorazioni, si sommano i giorni compresi tra la data di consegna e quella di riconsegna delle singole lavorazioni. Se una lavorazione è stata consegnata in un mese diverso da quello della riconsegna, devono essere considerate le sole giornate cadenti nel mese della riconsegna:

  • Determinare la retribuzione media globale giornaliera, dividendo la retribuzione lorda complessiva calcolata per il numero dei giorni lavorati, dividendo poi la retribuzione media globale giornaliera per il numero di ore lavorative giornaliere previsto per la maggior parte dei lavoratori dipendenti dell’azienda.
  • Per quanto riguarda la compilazione del modello SR41 : nel quadro B andrà inserito il codice qualifica 6, relativo ai lavoratori a domicilio;sempre al quadro B, come “orario contrattuale settimanale” andrà indicato quello maggiormente praticato in azienda; nel quadro C andrà indicata la retribuzione oraria ottenuta, e le ore da integrare nelle colonne relative alle settimane del mese.

FLUSSO  DELLE DOMANDE DI CIG IN DEROGA:
L’Ente autorizza a trasmette telematicamente il provvedimento all’Inps e all’azienda. Il provvedimento di autorizzazione o reiezione è in carico alla Regione, tranne che per alcune Regioni in cui fa capo alla Direzione regionale del lavoro.

» MODULO RICHIESTA CIG IN DEROGA
Sinalp Service

Ultime Notizie

EN.BIL.GEN.FAD

EN.BIL.GEN.FAD

L’ EN.BIL.GEN. eroga corsi e relativi aggiornamenti certificati a livello nazionale, attraverso la piattaforma FAD (Formazione a Distanza) con rilascio di att ...

Sinalp Service

 

I Nostri Bandi

Close